Specifiche sulle offerte commerciali per il mercato libero

Precisazioni circa le dichiarazioni pubblicate sul quotidiano L'Adige dell'11 luglio 2012 a pag. 47

 
Comunicato stampa - 11 Luglio 2012

In relazione a quanto riportato su L’Adige nella lettera “Bollette e offerte: Merler come Maria Antonietta”, Trenta spa desidera precisare quanto segue:
Nella lettera si lamenta la complessità dell’attuale mercato libero dell’energia attribuendogli la capacità di scoraggiare qualunque cittadino che tenti di coglierne le opportunità per contrastare il continuo aumento dei prezzi. Come spesso accade con le novità, anche il mercato libero dell’energia è ancora poco conosciuto ed è quindi, più che mai necessario fare chiarezza circa queste perplessità. Fino al 2007 tutti i clienti energia elettrica erano soggetti al mercato di “maggior tutela” i cui prezzi erano determinati dall'Autorità per l’energia elettrica e il gas (AEEG). Oggi l’AEEG continua a stabilire le complesse regole del mercato elettrico e le voci esposte in bolletta ma c’è una novità sostanziale: il “mercato libero”. Una società di vendita come Trenta ora può proporre - esclusivamente ai clienti passati al mercato libero – formule di sconto rispetto ai prezzi stabiliti dall’AEEG per la materia prima. A quanti non hanno aderito ad alcuna offerta e sono quindi rimasti nel mercato a “maggior tutela” tutte le società di vendita sono obbligate ad applicare le tariffe stabilite dall’AEEG. Trenta è attiva da tempo con numerosi canali di comunicazione attraverso cui i cittadini possono conoscere i meccanismi tariffari e i diversi mercati (Maggior Tutela e Libero) per operare un consumo ed un risparmio consapevole. Infatti è sempre necessario che sia il cliente a decidere attivamente di passare al mercato libero, per nessun venditore è possibile applicare unilateralmente le condizioni di libero mercato.
Ad oggi quindi l’unico modo sicuro per risparmiare sulla bolletta elettrica è passare al mercato libero. Sono sempre di più i Trentini che hanno deciso di approfittare di questa possibilità. Molte migliaia di clienti Trenta hanno scelto fra le offerte Trenta per il mercato libero quelle che più si adattano alle loro esigenze di consumo e quelle che sono in grado di farli risparmiare maggiormente. Il passaggio in se è molto semplice, non prevede costi di attivazione, né interruzioni temporanee del servizio né lavori sull’impianto: si sottoscrive l’offerta scelta presso uno degli sportelli di Trenta spa o ancor più comodamente al numero verde o sul sito istituzionale. Se ci si trova male si può sempre recedere senza spese. Gli azionisti di Trenta spa hanno sempre dato mandato alla Società di garantire ai clienti offerte alle migliori condizioni di mercato e alti standard di servizio: è per questo che in queste settimane Trenta ha lanciato un'offerta, sottoscrivibile ancora per poco, che garantisce al cliente non solo di bloccare i continui rincari dell’energia ma anche la garanzia che nei prossimi due anni il prezzo applicato diminuirà del 5% il primo anno e del 10% il secondo anno. Una formula assolutamente innovativa in Italia che riserva a chi la sottoscrive la sicurezza di risparmi certi e garantiti da un contratto. Ad oggi c’è quindi un modo facile di risparmiare sulla bolletta elettrica: un risparmio vero che riguarda il costo della materia prima. Naturalmente non ci si deve mai stancare di ricordare - per trasparenza e correttezza nei confronti dei clienti – come in ogni caso il venditore non possa fare sconti su costi come la componente fiscale che incidono significativamente sul totale della bolletta e vengono però decisi direttamente a livello nazionale.

Vai all'archivo delle news