Precisazioni in merito all’articolo “Ci strangolano ma risorgeremo”

apparso il 6 marzo 2012 su L’Adige a pag 7

 
Comunicato stampa - 6 Marzo 2012

Apprendiamo dall’articolo apparso il 6 marzo 2012 su L’Adige a pag 7 dal titolo “Ci strangolano ma risorgeremo” come Trenta spa secondo l’opinione lì riportata sia “esosa e con prezzi fuori dal mercato”.
Nell’articolo vengono proposte affermazioni che recano danno all’affidabilità e credibilità della Società presso l’opinione pubblica e presso i propri clienti business. Considerazioni personali gratuite prive di dati oggettivi o approfondimenti di supporto.
Le migliori condizioni contrattuali offerte dal nuovo operatore e il conseguente passaggio di un cliente da un operatore ad un altro, eventi che peraltro rientrano nelle ordinarie dinamiche di mercato, genera un’affermazione grave e lesiva dell’immagine di Trenta “definendola esosa e con prezzi fuori dal mercato”, inducendo il lettore a ritenere che gli aumenti relativi ai prodotti energetici, citati fra i motivi di crisi dell’azienda in oggetto, siano da attribuire alla stessa Trenta invece che, come è evidente a tutti, all’andamento dei mercati nazionali e internazionali dell’energia.
Stupisce poi leggere la paternità di tali dichiarazioni che vengono attribuite al Presidente di un’azienda tutt’ora cliente di Trenta per le forniture di energia elettrica che ha beneficiato in passato e beneficia anche oggi, in particolare nei momenti di maggior difficoltà economica, di tutto il supporto operativo e delle facilitazioni commerciali (anche e soprattutto in relazione alle condizioni e alle modalità di pagamento) che l’azienda di prodotti energetici trentina si impegna da sempre a fornire costantemente a tutti i propri clienti.

Vai all'archivo delle news